fbpx
Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di Lettura: 4 minuti

Si conclude oggi, sabato 7 settembre, la 76esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Siamo in attesa delle premiazioni, che mai come quest’anno appaiono incerte e che potrebbero riservare più di una sorpresa. Tra i ventuno film del concorso, noi di RFS abbiamo scelto i nostri preferiti e ve li segnaliamo, indicando per ogni titolo la data di uscita nelle sale italiane (o sulle piattaforme streaming, vista la forte presenza di Netflix in laguna) e il link per leggere la nostra recensione!

1) L’ufficiale e la spia di Roman Polanski

Uscita in sala: 21 Novembre

Il miglior film di Roman Polanski negli ultimi 10 anni, non serve altro per incoraggiarvi a vederlo. Il regista polacco dà il meglio di sé quando deve far emergere l’assurdità e la bassezza degli esseri umani: un film di una potenza devastante.

2) Joker di Todd Phillips

Uscita in sala: 3 Ottobre

Il Leone d’oro di questa edizione, un film rivoluzionario che cambierà per sempre la storia del cinema a fumetti. Attenzione: NON è un cinecomic, non ne ha il ritmo forsennato né la ricerca di un’estetica da action movie. E’ un film d’autore sulla genesi del male, una riflessione amara su una società fuori controllo.

Qui il commento alla premiazione: http://www.rumorifuoriscena.tv/joker-vince-leone-doro-inizia-nuova/

3) Ema di Pablo Larrain

Uscita in sala: N.D.

La recensione completa: http://www.rumorifuoriscena.tv/venezia76-ema-pablo-larrain/

Che sorpresa il nuovo film di Larrain, e che peccato non averlo visto (nemmeno quest’anno) vincere un premio. Seducente, ammaliante, frenetico. Il film che ci ha colpito di più a livello estetico e musicale, il suo ritmo ci è rimasto nella mente e nelle orecchie: un’esperienza cinematografica.

4) Babyteeth di Shannon Murphy

Uscita in sala: 3 Ottobre

Sembrava poter vincere premi importanti, è invece rimasto a bocca asciutta. Si tratta comunque di un film interessante, con una protagonista magnetica (già vista affianco a Amy Adams in Sharp Objects) e un modo interessante di trattare un tema delicato come il cancro.

5) Storia di un matrimonio di Noah Baumbach

Uscita su Netflix: 6 Dicembre

La recensione completa: http://www.rumorifuoriscena.tv/venezia76-storia-un-matrimonio-noah-baumbach/

Il premio come Miglior Sceneggiatura doveva essere suo. Noah Baumbach giunge con questo film alla piena maturazione del suo cinema, anche grazie a due interpreti in stato di grazia come Adam Driver e Scarlett Johansson.

6) Ad Astra di James Gray

Uscita in sala: 26 Settembre

La recensione completa: http://www.rumorifuoriscena.tv/venezia76-ad-astra-di-james-gray/

Criticato fino all’eccesso, il film di James Gray riesce a trovare una prospettiva nuova in un genere mai in spolvero come in questi anni. Certo, la sceneggiatura è piuttosto debole e a tratti ingenua, ma le riflessioni che emergono da questo viaggio nello spazio sono profonde e intense.

7) Panama Papers di Steven Soderbergh

Uscita su Netflix: 18 Ottobre

Altro film interessante prodotto da Netflix e diretto da Steven Soderbergh, che riesce a trattare con il suo consueto stile provocatorio e leggero un tema delicato. Non ci hanno convinto le scelte di regia, che ammiccano troppo a La Grande Scommessa e non aggiungono nulla di nuovo al genere.

8) Martin Eden di Pietro Marcello

Uscita in sala: già in sala dal 4 Settembre

La recensione completa: http://www.rumorifuoriscena.tv/venezia76-martin-eden-pietro-marcello/

Luca Marinelli, senza dubbio il miglior attore italiano della sua generazione, vince la Coppa Volpi per la sua interpretazione intensa di Martin Eden. Correte in sala a vederlo, la reinterpretazione napoletana di un classico di Jack London merita il prezzo del biglietto.

9) A Herdade (The Domain) di Tiago Guedes 

Uscita in sala: N.D.

Il film del portoghese Tiago Guedes ha forse la prima ora migliore di tutti i film in concorso: uno splendido affresco storico delle trasformazioni in atto in Portogallo, il tutto all’interno di una splendida tenuta, quasi un microcosmo a sé stante. Peccato che poi il tutto si trasformi in una telenovela familiare di scarso interesse, seppur ripresa con grande talento e una fotografia magnifica.

10) Il Sindaco del Rione Sanità di Mario Martone

Uscita in sala: 30 Settembre

Una riuscita riduzione cinematografica del classico di De Filippo, che lo stesso regista ha portato in giro per l’Italia nel 2017 con la compagnia teatrale Nest. Un pò misteriosa la sua presenza nel concorso di Venezia, quasi un pesce fuor d’acqua in mezzo agli altri titoli, ma una piacevole variazione in una seconda parte di festival leggermente sottotono.

 

#VENEZIA76: La nostra Top 10 e quando vederli in sala
5 (100%) 2 votes

Laureato in Economia per Arte, Cultura e Comunicazione, ha una spiccata passione per il marketing cinematografico. Cresciuto a pane e Mostra del Cinema di Venezia, ha in Roman Polanski e Woody Allen i suoi maestri. Le Serie TV sono una passione più recente, da Mindhunter a Mr.Robot

“Louis, credo che questo sia l’inizio di una bella amicizia..”

La newsletter di RumoriFuoriScena è gratuita. Breve. Scritta da amanti del cinema per amanti del cinema.

Iscriviti alla newsletter!

Vai alla barra degli strumenti