fbpx
Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di Lettura: 3 minuti

Ti presento Sofia è il titolo della nuova commedia di Guido Chiesa, che vede come protagonisti Micaela Ramazzotti, Fabio De Luigi, Andrea Pisani e l’esordiente Caterina Sbaraglia nel ruolo della piccola, ma per niente docile, Sofia.

Gabriele (Fabio De Luigi) è un ex musicista Rock che, non avendo raggiunto la vetta del successo, si dedica al suo negozio di musica insieme al fratello Chicco (Andrea Pisani), a cui ha sempre fatto da padre più che da fratello maggiore. Gabriele è divorziato e padre di una bambina di dieci anni di nome Sofia. La piccola si trova ad affrontare l’avvento di un nuovo fratellino che la madre aspetta dal suo insegnante di Karate.

Gabriele è un padre apprensivo, premuroso ai limiti dell’ossessione. Tutta la sua vita gira morbosamente intorno alla figlia, che vizia e coccola in continuazione. Non cerca avventure o relazioni con altre donne proprio per preservare il rapporto con Sofia. Fin quando nella sua vita non irrompe prepotentemente Mara, la donna della vita, interpretata da Micaela Ramazzotti. Fotografa ormai affermata, Mara torna in città, dopo lunghissimi viaggi in giro per il mondo, per tenere un workshop sulla fotografia. È bella, indipendente e passionale. Unico neo: odia i bambini.

Gabriele, ormai cotto a puntino, decide per questo di nascondere a Mara l’esistenza di Sofia, e viceversa.

A fronte di tale omissione, la sua vita diviene, giorno dopo giorno, sempre più bizzarra, difficile e in balia della sorte, che non sempre gli sorriderà. Nel frattempo Gabriele si trova ad affrontare anche una scomoda situazione con il padre, che lo aveva abbandonato da piccolo. Mago di professione, è anch’egli appena tornato in città. Il rifiuto è evidente: mentre Chicco cerca di riunire la famiglia, Gabriele evita il genitore in tutti i modi.

Il teatrino con le due persone più importanti della sua vita ha, però, vita breve e le bugie vengono inevitabilmente a galla. Il rapporto tra Sofia e Mara è infatti inizialmente contraddistinto da astio e da una competizione indescrivibile. Entrambe si contendono Gabriele, che si trova così tra due fuochi e non sa prendere una decisione. Ma con il passare del tempo, tra dispetti e rimproveri, le due iniziano a conoscersi meglio e pian piano ad apprezzarsi vicendevolmente. Sofia capisce che è giusto che il padre abbia una nuova vita e rinasca dalle ceneri, come l’araba fenice, dopo il fallimento del suo matrimonio. Mara, ormai innamorata, accetta di buon grado la condivisione genitoriale.

Ti presento Sofia è una commedia attualissima, ma che poteva dare sicuramente di più.

I temi trattati sono indubbiamente molto delicati e decidere di affrontarli utilizzando la commedia è stato sicuramente un colpo di genio. Il messaggio implicito è di natura ottimistica e distensiva in quanto, nonostante i risvolti non sempre positivi che riserva la problematica trattata, la vicenda si conclude nel migliore dei modi. Il film sembra quasi voler indicare la strada del dialogo costruttivo e del buon senso tra le parti come l’unica possibile in una situazione del genere, laddove non può esserci spazio per acredine ed egoismi vari.

Ti presento Sofia spicca per l’eccellente interpretazione di Fabio De Luigi, che è riuscito a far convivere convincentemente nel suo personaggio le due pulsioni contrapposte. In sordina invece i restanti personaggi.

Credits image: Mymovies.it; TheSpaceCinema; VirginRadio
“Ti presento Sofia”: la nuova commedia con Fabio De Luigi
Rate this post
Carmen Bagalà

Studentessa c/o Bocconi e Ied, ha una grande passione per il cinema, la regia, l’arte e qualsiasi cosa si intenda per espressione dell’essere. Ha scoperto il cinema da piccola guardando Fellini e Godard e se ne è innamorata. È sempre alla ricerca della novità originale. Adora le simmetrie di Wes Anderson, Sorrentino e le serie tv made in UK.