fbpx
Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di Lettura: 3 minuti

Serie TV americana prodotta da Netflix e scritta da Judd Apatow, uno degli sceneggiatori holliwoodiani più in voga al momento, LOVE è uno dei prodotti di maggior spicco del servizio Netflix 2016 e ha riscosso grande successo, soprattutto tra gli amanti di serie rom-coms.

I due attori protagonisti sono Gillian Jacobs, personaggio di punta in Community -produzione NBC-, e Paul Rust, comico e sceneggiatore consolidato alla prima vera esperienza da star.

La trama non è nulla di originale o innovativo: Gus è un ragazzo gentile e disponibile con tutti, anche se dai modi sempre un po’ goffi e non di aspetto piacente; Mickey è ribelle e imprevedibile, il classico stereotipo della ragazza carina e magnetica, ma anche depressa e insoddisfatta. I due si incontrano in un momento della loro vita simile, ovvero subito dopo la rottura con i rispettivi fidanzati. È dunque un periodo di cinismo e profondo odio verso qualsiasi forma di affetto e questo li aiuterà a intessere uno stretto rapporto che fin da subito non sembra giovare a nessuno dei due.

Cosa rende dunque LOVE uno dei prodotti Netflix più apprezzati? Sicuramente lo humor costante e mai banale, che poggia prevalentemente sulle spalle dell’ottimo Rust, oltre alla forma narrativa che, scavando all’interno dei personaggi, è in grado di metterli a nudo ed esplora la loro relazione lasciando che lo spettatore empatizzi con l’uno e l’altra.

In ogni caso non aspettatevi una storia d’amore strappalacrime e smielata: nevrosi e comportamenti al limite della stupidità fanno da padroni in una serie che esalta in maniera grandiosa il talento del suo ideatore. Grande soddisfazione per Apatow il quale è riuscito a strappare a Netflix a busta chiusa ben due stagioni, dopo aver visto collassare con una sola stagione le sue due ultime serie tv (Freaks and Geeks e Girls), rivelatesi poi estremamente seguite e apprezzate sul web.

A fare da sfondo alla vicenda è una Hollywood abitata da personaggi strambi e imprevedibili: social network, messaggi di testo in slang, droghe ed esperienze sessuali al limite che rendono la storia contemporanea e credibile per chiunque.

A livello tecnico vengono utilizzati espedienti molto interessanti per rendere l’idea di confusione e imprevedibilità che comandano i caratteri dei due personaggi. Viene utilizzato, per esempio, un minutaggio per puntata che cambia in continuazione, dando un senso di instabilità alla trama. Molto apprezzato anche l’escamotage che porta i due protagonisti ad incontrarsi fisicamente solo in cinque puntate su dieci, alternate ad altre cinque in cui i due non appaiono mai nella stessa scena (e la bravura del regista sta nel fatto che non ce ne si rende conto quasi fino alla fine).

In conclusione questa è una serie leggera che però, passate forse alcune difficoltà iniziali, tiene lo spettatore attaccato allo schermo fino alla decima e ultima imprevedibile puntata (detto da chi l’ha vista tutta in una notte.. ndr). Se avete quindi sei ore della vostra vita, di seguito o spezzettate, in cui non sapete come occupare il vostro tempo, questa è la serie che fa per voi. Sconsigliato fortemente come serie tv da guardare con il/la vostro partner: potrebbe farvi venire seri dubbi sulla necessità di progettare il resto della vostra vita con un’altra persona.

Netflix: serie Tv // LOVE
Rate this post

Producer di professione e redattore per passione, vive con entusiasmo e curiosità tutto ciò che gravita intorno al mondo della settima arte. Amante dei festival cinematografici così come della comoda accoppiata divano-Netflix, era uno dei massimi esperti di binge watching ancor prima di sapere cosa volesse dire.

“Louis, credo che questo sia l’inizio di una bella amicizia..”

La newsletter di RumoriFuoriScena è gratuita. Breve. Scritta da amanti del cinema per amanti del cinema.

Iscriviti alla newsletter!

Vai alla barra degli strumenti