fbpx
Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di Lettura: 4 minuti

L’essere umano talvolta, anche se ci troviamo nel ventunesimo secolo, deve vedersela con la natura inesplorata e impervia che compone il pianeta e, si sa, spesso rischia di avere la peggio. In questo periodo i fatti di cronaca hanno raccontato ora per ora le operazioni di recupero di un gruppo di dodici ragazzi bloccati nella grotta di Tham Luang in Thailandia per ben 18 giorni. Dato il lieto fine, siamo sicuri che questa storia nel giro di pochi anni verrà trasposta sul grande schermo; ecco un breve excursus di quei film, ispirati talvolta a fatti di cronaca reale, che trattano vicende di persone rimaste bloccate in lande desolate, sotto terra, nello spazio o in altri posti dove – probabilmente – non vorranno tornare mai più.

127 ore

Ispirato alla storia vera di un escursionista che nel 2003 rimase bloccato in un canyon dello Utah, 127 ore – diretto dal buon Danny Boyle – colpì a chiunque lo vide per la scena finale in cui James Franco si amputa un braccio con un coltellino tagliandosi tendini, muscoli e  infine l’osso. (Il lettore non evidenzi la riga bianca se debole di cuore o voglia sfuggire da spoiler!).

 

Everest

Film di apertura della 72esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, è la trasposizione cinematografica di un saggio di Krakauer, Aria sottile, che narra le disavventure di un gruppo di alpinisti che nel ’96 provarono a scalare l’Everest con esiti disastrosi. Il film, con un Jake Gyllenaal sotto tono, deluse le attese nonostante i 96 milioni di dollari di costi di produzione.

Gravity

Di tutt’altro spessore è un altro film che aprì la Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia qualche anno prima: GravityÈ la storia di alcuni astronauti – George Clooney e una immensa Sandra Bullock su tutti – a bordo di un satellite sperduto nello spazio a cui la sorte continua a sferrare tiri mancini. Il film incassò oltre 700 milioni di dollari in tutto il mondo e vinse ben 7 Oscar!

The grey

Liam Neeson a seguito di un incidente aereo si ritrova insieme ad altri otto superistiti a dover affrontare un branco di lupi affamati tra i ghiacci dell’Alaska. Il suo personaggio, che di professione è proprio un cacciatore, dovrà coordinare e proteggere il resto del gruppo, proprio come un vero capo-branco.

Buried

Un operatore civile americano viene sepolto vivo in una bara da un gruppo di ribelli iracheni che ne richiedono il riscatto. Tutti i 94 minuti di pellicola si svolgono all’interno della cassa da morto, raccontando tutti i tentativi di Ryan Reynolds di uscirne prima che finisca l’aria a sua disposizione. Decisamente non adatto ai più claustrofobici…

Frozen

La storia di tre ragazzi del New England che rimangono bloccati sulla seggiovia dopo una giornata di divertimenti a bordo dei loro snowboard. A quel punto le scelte sono due: rimanere penzolanti per i successivi 5 giorni senza acqua e cibo oppure cercare di calarsi e affrontare i pericoli della montagna. Indizio: gran parte di loro non faranno una scelta molto saggia.

 

Sanctum

L’ambientazione di questo film è motlo simile a quello della tragedia sfiorata in questi giorni in Thailandia; qui però le vittime sono parecchie e soltanto chi si fiderà ciecamente del più esperto del gruppo potrà avere qualche speranza di sopravvivere. Ascoltare il proprio padre però, quando si è adoloscenti, non è mai facile, nemmeno in situazioni così estreme…

Cast away

Iconico film di Robert Zemeckis con uno straordinario Tom Hanks che, nei panni di un naufrago sperduto nel mezzo dell’oceano Pacifico, rischia di perdere il lume della ragione, spallegiato dall’unico amico che riesce a farsi sull’isola: il mitico pallone Wilson.

Open water

Due sommozzatori amatoriali vengono dimenticati dalla loro imbarcazione ed abbandonati a loro stessi. Ispirato ad una storia vera, il film ha avuto una produzione davvero low-budget – girato con poco più di 100 mila euro – e non ha utilizzato effetti speciali ma veri squali “supervisionati” da esperti del settore.

Alive – Sopravvissuti

Un aereo precipita sulle Ande e i superstiti devono sopravvivere con ciò che hanno, consci ogni giorno che passa di dover scendere a compromessi per poter sopravvivere… Ispirato ad una storia vera, uno dei più celebri casi di cannibalismo della storia dell’umanità occidentale più recente.

L’uomo vs la natura: 10 film su una sfida impari
Rate this post

Producer di professione e redattore per passione, vive con entusiasmo e curiosità tutto ciò che gravita intorno al mondo della settima arte. Amante dei festival cinematografici così come della comoda accoppiata divano-Netflix, era uno dei massimi esperti di binge watching ancor prima di sapere cosa volesse dire.

“Louis, credo che questo sia l’inizio di una bella amicizia..”

La newsletter di RumoriFuoriScena è gratuita. Breve. Scritta da amanti del cinema per amanti del cinema.

Iscriviti alla newsletter!

Vai alla barra degli strumenti