fbpx
Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di Lettura: 7 minuti

Una premessa prima di iniziare: non abbiamo inserito alcuni registi che sono ormai noti al pubblico (Xavier Dolan, Damien Chazelle) per privilegiare invece nomi che potreste non conoscere e che vi consigliamo di riscoprire. Come vedrete la lista è un miscuglio esplosivo di etnie, di generi, di generazioni diverse e di stili cinematografici differenti, a dimostrazione delle infinite possibilità che il cinema moderno ha a disposizione per incantare e ammaliare gli spettatori.

Jordan Peele

Una delle migliori rivelazioni degli ultimi anni, Peele sta diventando un cardine della comunità afroamericana, sia in veste di regista che di produttore (tra gli altri, ha prodotto la serie Hunters e l’ottimo BlacKkKlansman del maestro Spike Lee).

Scappa - Get out | Trama e spiegazione del finale

Un film per conoscerlo? Scappa – Get Out segna il suo esordio alla regia ed è stato un caso nel panorama americano, 4 milioni di budget e oltre 250 incassati in tutto il mondo, Oscar alla miglior sceneggiatura allo stesso Peele. Un thriller-horror folgorante, con picchi di inquietudine e tinte ironico-satiriche.

Duncan Jones

Un talento incredibile esploso nei primi anni duemiladieci e un pò scomparso dai radar dopo qualche esperimento non perfettamente riuscito. E’ il regista di Source Code, uno dei migliori thriller di fantascienza degli ultimi anni, e soprattutto di Moon, che è a tutti gli effetti un piccolo capolavoro.

Moon (2009), la recensione senza spoiler

Un film per conoscerlo? Moon è un capolavoro della fantascienza moderna, ispirato ai capisaldi del genere degli anni 70-80 e in particolare ad Alien. In pratica c’è un solo attore in scena per tutto il film, uno straordinario Sam Rockwell nel ruolo migliore della sua carriera. Un film di inquietante bellezza, teso e claustrofobico, visivamente potente e che provoca riflessioni dolorose ma necessarie su tecnologia e progresso.

Greta Gerwig

Ormai entrata a tutti gli effetti tra i nomi più caldi del panorama hollywoodiano, dopo una breve carriera da attrice e un proficuo sodalizio con un maestro come Noah Baumbach, si è fatta conoscere per film delicati quali Lady Bird e Piccole Donne. Doppia candidatura agli Oscar per questi film, che in comune hanno uno stile immediatamente riconoscibile, estremamente delicato e allo stesso tempo tenace nel trasmettere idee e messaggi.

Lady Bird - Film (2017) - MYmovies.it

Un film per conoscerla? Lady Bird è un eserdio strepitoso, uno dei migliori film indipendenti degli ultimi anni. La Gerwig si dimostra un’ottima direttrice di giovani attori, da Timothée Chalamet a Saoirse Ronan, anche se il personaggio della madre della protagonista rimane impresso nella mente (Laurie Metcalf candidata all’Oscar).

Pablo Larrain

Ormai un’icona del cinema sudamericano, il regista cileno è noto anche al grande pubblico ma lo abbiamo inserito comunque per omaggiare uno degli autori più interessanti degli anni duemila. Classico regista da festival, si è cimentato anche in film di più ampio respiro (Jackie, con un’ottima Natalie Portman nei panni di Jackie Kennedy), rimangono nel cuore i suoi feroci affreschi cileni.

NO, i giorni dell'arcobaleno | Pablo Larrain - SALT Editions

Un film per conoscerlo? No – I giorni dell’arcobaleno è un film indispensabile per conoscere la storia del Cile e dello storico referendum del 1988 che pose fine a quindici anni di feroce e sanguinosa dittatura. Un inno alla libertà e il ritratto di una nuova generazione, pronta a lottare per un futuro diverso, anche a colpi di marketing come in questo caso.

Céline Sciamma

Una delle voci femminili più interessanti del panorama europeo, si è imposta anche al pubblico italiano con il suo ultimo film, Ritratto della giovane in fiamme, premiato a Cannes (da sempre un festival attento a promuovere i propri talenti emergenti). Dai suoi film traspare una grande cultura, non solo cinematografica ma anche letteraria, che si concretizza in uno stile raffinato, di grande intensità emotiva e visiva.

Ritratto della Ragazza in Fiamme, il trailer originale del film ...

Un film per conoscerla? Ritratto della giovane in fiamme è uno dei film più interessanti della passata stagione cinematografica, un bellissimo affresco del desiderio come espressione di libertà personale e quindi chiave per l’emancipazione sociale. Un film con echi lontani, che ricorda i miti classici e che sembra di un’altra epoca.

Jeff Nichols

Forse la nostra scommessa preferita in questa lista, un regista di grande talento capace di raccontare con talento visionario gli USA del sud. Ha ormai diversi film alle spalle ma in Italia è ancora poco conosciuto, eppure colpisce la sua capacità di spaziare in generi diversi, dal dramma al thriller-horror, mantenendo una cifra stilistica chiara, dove gli sguardi contano più delle parole.

Prime Video: Take Shelter

Un film per conoscerlo? Take Shelter è una vera perla, e non solo perché Michael Shannon nei panni del protagonista ha forse il ruolo della sua carriera. Un viaggio psicanalitico cupo e disturbante, in cui si mette in discussione un caposaldo della società americana, il padre di famiglia che ha il compito esclusivo di provvedere alla propria famiglia, che non può avere debolezze o tensioni interiori.

Pietro Marcello

Ci eravamo ripromessi di non inserire registi italiani, in modo da poter fare una lista a sè stante per i nostri talenti emergenti, ma il regista di un film come Martin Eden merita a tutti gli effetti di stare in questa lista. Straordinario documentarista, un grandioso talento visivo e narrativo che speriamo possa davvero emergere come merita.

Martin Eden - Film (2019) - MYmovies.it

Un film per conoscerlo? Martin Eden è stato per noi un colpo di fulmine, e non solo perché Luca Marinelli è il protagonista ideale di questo dramma senza tempo, che sembra immerso in un’atmosfera rarefatta e quasi onirica. Gli echi del romanzo di Jack London si concretizzano in un’opera fortemente italiana e napoletana, che dovete assolutamente recuperare se non avete visto.

Jennifer Kent

Per inserirla nella lista facciamo uno strappo alla regola, siccome ha già compiuto i 50 anni, ma questa talentuosa regista australiana meritava un posto nella lista. Ha all’attivo due soli film, ma entrambi hanno lasciato il segno nel moderno cinema di genere, in particolare Babadook che ha avuto un successo di pubblico inaspettato per un film “piccolo” ma grande.

Audiences Are Walking Out Of 'The Babadook' Director's New Revenge ...

Un film per conoscerla? The Nightingale ha vinto il Premio Speciale della Giuria a Venezia, non senza qualche polemica, ed è forse ancor più del precedente il manifesto visivo e ideologico della sua regista. Un film imperfetto, con evidenti difetti, eppure con una forza e un carattere graffiante che non lascia indifferenti.

Joe Wright

Sembra strano inserire un regista esperto e affermato come lui in questa lista di giovani di belle speranze, eppure l’autore britannico non ha ancora compiuto 48 anni. Un’icona del cinema britannico, nel senso che i suoi film sono marcatamente inglesi sia a livello di argomenti trattati, sia per la sua predilezione per i drammi in costume, con precisi riferimenti storico-politici.

Espiazione: recensione del film di Joe Wright

Un film per conoscerlo? Espiazione per noi rimane il suo film più bello, eppure meno conosciuto rispetto ai più celebri Orgoglio e Pregiudizio o anche L’Ora più buia. Un film a cui siamo profondamente legati, la miglior interpretazione di Keira Knightley che sembra nata per questa parte.

Yorgos Lanthimos

Più importante esponente del cinema greco, il successo internazionale di The Lobster lo ha lanciato anche in america. Il suo ultimo film, presentato a Venezia e trionfatore agli Oscar, è La Favorita, che segna marcatamente una seconda fase nella carriera del regista che, nei suoi inizi, era fautore di un cinema più sperimentale.

Il sacrificio del cervo sacro: la recensione del film di Yorgos ...

Un film per conoscerlo? Il Sacrificio del cervo sacro è un film incredibile e visionario, una sorta di trasposizione moderna del mito greco di Ifigenia. Forse il più inquietante degli ultimi anni, ha nel protagonista Barry Keoghan un volto perfetto, in un film fortemente fisico, claustrofobico, teso eppure onirico.

 

10 Registi sotto i 50 anni da tenere d’occhio!
5 (100%) 2 votes

Laureato in Economia per Arte, Cultura e Comunicazione, ha una spiccata passione per il marketing cinematografico. Cresciuto a pane e Mostra del Cinema di Venezia, ha in Roman Polanski e Woody Allen i suoi maestri. Le Serie TV sono una passione più recente, da Mindhunter a Mr.Robot

“Louis, credo che questo sia l’inizio di una bella amicizia..”

La newsletter di RumoriFuoriScena è gratuita. Breve. Scritta da amanti del cinema per amanti del cinema.

Iscriviti alla newsletter!

Vai alla barra degli strumenti