fbpx
Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di Lettura: 7 minuti

Specialmente in Italia, le parole cinema ed estate non vanno per nulla d’accordo. Pochi sono i film in programmazione, spesso di livello medio-basso, e ancor meno è il pubblico in sala. Nell’era di Netflix però la voglia di contenuti di alto livello non si placa certo nei mesi estivi. Che siate in città per le ultime fatiche lavorative o in vacanza alla ricerca di un buon titolo per una serata con gli amici, ecco 10 film imperdibili del catalogo Netflix che fanno al caso vostro. Per non scontentare i gusti di nessuno, abbiamo scelto un film per ogni genere (o sotto-genere).

1. Like Crazy (Drammatico)
like-crazyUn perfetto e realistico specchio della relazione tra due giovani innamorati nel mondo globale. Un film delicato, capace come pochi negli ultimi anni di restituire il sottile equilibrio d’intimità e fiducia del rapporto di coppia, senza cadere in banalità o cliché. Il rapporto tra Anna e Jacob, interpretati con grande semplicità e naturalezza dalla splendida Felicity Jones e dal compianto Anton Yelchin, è messo alla prova dalla distanza geografica. Anna è una londinese trapiantata in America, che per non separarsi dall’amato Jacob ignora la scadenza del suo VISA. Le sarà quindi negato l’accesso negli USA a tempo indeterminato. Like Crazy è un film di silenzi e di dialoghi sussurrati, di lunghi sguardi e di complicità, da guardare più che ascoltare.
2. Schegge di paura (Legal-thriller)

schegeFilm capace di cambiare ritmo in poche sequenze, che si sviluppa tranquillo su binari apparentemente canonici per poi cambiare improvvisamente, in un finale tra i più sorprendenti degli ultimi anni. Richard Gere è l’avvocato incaricato di difendere il giovane Aaron, un eccezionale Edward Norton candidato agli Oscar ad appena diciannove anni e alla prima apparizione sul grande schermo. Il giovane Aaron sembra spacciato, dopo essere stato trovato coperto di sangue sul luogo dell’omicidio di un noto Arcivescovo. Quattro-cinque sequenze che rimangono impresse a distanza di anni (il film è del 1996), un’atmosfera quasi claustrofobica e un grande finale rendono Schegge di paura un classico del suo genere.

3. Fantastic Mr. Fox (Animazione)

mrfoxUno dei registi più influenti e amati degli ultimi decenni, Wes Anderson, si cimenta con l’animazione e costruisce un piccolo capolavoro. Nemmeno a dirlo, l’estetica del film è incredibile, pochi hanno la capacità di creare universi visivi con la classe e il talento di Anderson. Anche nel regno animale il regista americano costruisce una famiglia allargata, bizzarra e sconclusionata come lo erano i Tenenbaum. Uno dei film d’animazione più intelligenti degli anni duemila, con leggerezza e il consueto ritmo vorticoso riesce a parlare di diversità, di sogno americano, di valori familiari. Non poco di questi tempi.

4. Brazil (Fantastico)

brazTerry Gilliam, maestro della settima arte, dirige il suo più grande capolavoro ambientando in un futuro distopico una vicenda che ha molto in comune con 1984 di Orwell. Una parabola stravagante e confusionaria sull’oppressione delle dittature e sul potere della libertà individuale. Il protagonista Sam Lowry è un tranquillo burocrate ligio alle regole, che per forze a lui superiori si trasforma in ribelle e terrorista. Impagabile il ruolo di De Niro, un idraulico con manie di persecuzione che si oppone alla dittatura. Un film visionario, trent’anni in anticipo per la ferocia con cui tratta determinati argomenti. Un pezzo di storia del cinema.

5. Un’ottima annata (Commedia)

ottima

Difficile immaginare Ridley Scott, regista tra gli altri de Il Gladiatore e Blade Runner, alle prese con una commedia romantica ambientata tra Londra e le campagne francesi. Eppure il risultato finale è un film delicato, a tratti anche profondo, che invecchia come il buon vino. Russell Crowe è uno spietato broker, il cui unico valore sembra essere il dio denaro. La scomparsa di un vecchio zio lo costringe a rituffarsi nei ricordi d’infanzia e a conoscere l’incantevole Marion Cotillard. Il film va preso per quello che è, una commedia nostalgica e piacevole, che lascia una traccia indelebile pur nella sua delicatezza di toni. La sensazione, difficile da spiegare a parole, è quella di aprire le porte della propria camera dopo una lunga vacanza, ritrovando il profumo di casa.

6. Beasts of No Nation (War)

beasts

Uno dei cavalli di battaglia di Netflix, presentato due anni fa a Venezia e simbolo dell’espansione della piattaforma americana a discapito delle sale cinematografiche. Dal regista della serie True Detective, un’interessante prospettiva sulla guerra civile filtrata dallo sguardo del piccolo Agu. Il film riesce nel difficile compito di non rifarsi ai suoi predecessori del genere, trovando la propria strada e rimanendo impresso in modo riconoscibile nella memoria. La tragica vita di un bambino soldato, che trova nei suoi commilitoni una sorta di famiglia, è di quelle che lasciano il segno. La dimostrazione che la violenza, se velata e non per forza esplicita, è altrettanto potente agli occhi dello spettatore.

7. The Rocky Horror Picture Show (Musical)

pic

Versione cinematografica di un musical di grande successo, questo autentico cult del 1975 è una perla del catalogo Netflix. Due giovani americani, Brad e Janet, si perdono nel bosco e cercano ospitalità in un tetro castello dove lo stravagante Frank-n-Furter conduce misteriosi esperimenti. Geniale satira ma allo stesso omaggio ai film del terrore, la pellicola è riuscita a creare un personaggio iconico che per molti versi è un moderno Frankenstein. Emblema della cultura pop d’oltreoceano, è un condensato di musica e ritmo, una commedia degli eccessi dalle tinte cupe.

8. Suburra (Crime)

subu

Non potevamo non includere uno dei film italiani migliori degli ultimi anni. Siamo ovviamente in attesa della Serie Tv, prima produzione di Netflix in territorio italiano in collaborazione con la RAI, prevista per l’autunno 2017. Il regista Stefano Sollima è diventato un’icona del nostro cinema, dopo il grande successo delle sue creature Gomorra-La Serie e Romanzo Criminale. Un ritmo incalzante avvolge lo spettatore fin dalle prime sequenze. Favino in una delle migliori interpretazioni della carriera, ma soprattutto una forza visiva nei movimenti di macchina e nella messa in scena degna della migliore Hollywood. Un pezzo di storia italiana, ora anche a livello cinematografico.

9. La Sconosciuta (Thriller)

scono

Giuseppe Tornatore è un emblema del cinema italiano e negli anni si è cimentato in vari generi diversi, in questo caso nel thriller. Si sa poco della protagonista del film, la sconosciuta appunto, come si sapeva poco della bravissima Ksenia Rappoport, attrice teatrale russa e anima pulsante di questo concentrato di suspance tutto italiano. Non è un film perfetto, qualche incertezza nella parte finale che è ormai marchio di fabbrica del regista siciliano. Ma tutto è perdonato di fronte a un film di genere costruito con intelligenza, semplice ed efficace, con alcuni spunti di carattere sociale che non intaccano la fosca tensione che avvolge i personaggi.

10. The Mist (Horror)

mist

Per chiudere questa carrellata estiva, un titolo a sorpresa. Uno degli horror più discussi degli anni duemila, odiato da molti e apprezzato da altri. Tratto da un romanzo di Stephen King, il che di per sé potrebbe spaventarvi vista la poca fortuna di altri adattamenti, The Mist è un film che costruisce la tensione in modo poco convenzionale. La nebbia che lentamente cala sui personaggi e li costringe a una lunga reclusione è l’espediente con cui mettere in scena la paura. E gli esseri umani, di fronte alla paura, mettono in mostra le qualità peggiori. Una feroce critica alla società americana, individualista non appena si scosta il velo del buonismo; merita una visione.

#10 FILM del catalogo Netflix per l’estate
Rate this post

Laureato in Economia per Arte, Cultura e Comunicazione, ha una spiccata passione per il marketing cinematografico. Cresciuto a pane e Mostra del Cinema di Venezia, ha in Roman Polanski e Woody Allen i suoi maestri. Le Serie TV sono una passione più recente, da Mindhunter a Mr.Robot

“Louis, credo che questo sia l’inizio di una bella amicizia..”

La newsletter di RumoriFuoriScena è gratuita. Breve. Scritta da amanti del cinema per amanti del cinema.

Iscriviti alla newsletter!

Vai alla barra degli strumenti